17 settembre, 2014

Pizzoccheri a modo mio

Quest'anno in vacanza ho mangiato i pizzoccheri, e sebbene non era la prima volta che li assaggiavo, mi sono piaciuti molto. 
Qualche volta ho comprato quelli secchi, ma devo dire che non li amo molto.
Ho provato  a farli, ma la prima volta non sono venuti bene, ma la seconda sono stati un successo.
Sono un piatto tipico della valtellina ma io li ho un pò modificati, e li ho chiamati a modo mio proprio per non scandalizzare i valtellinesi.




 Ingredienti:

 per la sfoglia
150 gr di farina di grano saraceno
100 gr di farina 0
1 uovo
3 cucchiai di latte 
un pizzico di sale 
acqua fredda

per il condimento
2/3 patate
300 gr di verza oppure di fagiolini o di bietola
200 gr. di formaggio casera, io ho utilizzato la toma
4 spicchi di aglio
150 gr di burro

 Preparazione:

Mischiate le due farine, unite l'uovo, il latte , l'acqua  il sale  e cominciate ad impastare dovrà risultare un impasto morbido ed elastico. Lasciatelo riposare per mezz'ora. Stendete la pasta a uno spessore di 2-3 millimetri  e  fare delle strisce di 7-8 cm.che infarinerete e sovrapporrete per tagliare delle piccole tagliatelle di 7 millimetri. Mettete a bollire dell'acqua, salatela e mettetevi le patate tagliate a piccoli pezzi e la verza cuocete per 15 minuti,  mettete a cuocere i pizzoccheri nella stessa acqua. Scolateli e metteteli una metà in   una pirofila, condite con il burro fuso in cui avrete rosolato gli spicchi di aglio e spolverizzate di formaggio, fate un'altro strato condito allo stesso modo  e portate in tavola. E' un piatto completo, preparate una bella insalata e il pranzo è pronto.