01 ottobre, 2015

Biscotti zupposi del ricordo

A colazione le nostre mamme  ci preparavano dei buonissimi dolci, o dei biscotti favolosi, e svegliarsi con  la casa invasa dal profumo di dolci appena sfornati ci rendeva la mattina migliore.
Oggi basta andare al supermercato e acquistare merendine, biscotti,  ricchi di zuccheri e grassi e poi chissà che ingredienti usano, saranno genuini o scarti visto  che molto spesso alcuni marchi ritirano dal commercio dei loro prodotti a seguito di verifica dei NAS.
Ho sempre acquistato i biscotti per colazione ma ahimè per delle intolleranze alimentari devo prepararmeli da sola.
All'inizio ero infastidita dal fatto e preoccupata,  ma poi ho trovato una vecchia ricetta della mia mamma che sostituisce il lievito con l'ammoniaca e credetemi sono favolosi e buonissimi.
Potete scegliere  con le forme che preferite bastoncini, stelle, cuori fate voi.


Ingredienti:

250 gr di farina di farro
75 gr di zucchero di canna 
oppure 50 gr. di zucchero e 1 cucchiaio di miele
1 uovo
50 ml. di olio evo (oppure di arachidi)
50 ml. di latte
3 gr di ammoniaca (bicarbonato di ammonio)
per decorare latte e zucchero di canna

Preparazione:
Io  uso la planetaria ma potete farlo a mano, impasto  farina,  zucchero, l'uovo e il latte in cui avrete sciolto l'ammoniaca   e per ultimo l'olio, deve risultare un impasto abbastanza  morbido. Lascio l'impasto a  riposare in frigo per 20/30 minuti, poi  ricavo dei bastoncini  che taglio  a piccoli pezzi, li spennello con del latte e li passo nello zucchero di canna quindi  in forno in una teglia con della carta forno  a 180° per 10 minuti.
Sentirete l'odore dell'ammoniaca quando aprite il forno, ma credetemi è volatile e nei biscotti non si sente nulla, anzi sono belli gonfi.

 Con poco tempo  avrete dei biscotti gonfi e buonissimi anche da sgranocchiare davanti alla TV e ottimi per essere inzuppati nel latte della prima colazione. Grazie alle nostre nonne e alle nostre mamme possiamo ancora oggi preparare biscotti sani e genuini, grazie ancora, e tramandare le loro ricette.