15 ottobre, 2013

Tagliatelle al ragù di cinghiale

Nelle mie zone la notte  è possibile avere incontri ravvicinati con una bestiola che può causare seri problemi  agli automobilisti,  il cinghiale.
Anche durante il periodo di caccia forse infastiditi dai cacciatori capita di trovarli sulla strada, e fanno veramente paura.
Spesso mi regalano dei pezzi di cinghiale, e quale piatto migliore se non delle splendide tagliatelle al ragù di cinghiale?
Ottimale sarebbe tirare delle   tagliatelle a mano, ma non si può avere tutto, possiamo anche comprarle  nei negozi di pasta fresca, basta adattarsi.


Ingredienti:

300 gr. di tagliatelle
300 gr di polpa di cinghiale macinata
3 spicchi di aglio
1 scalogno
vino rosso
400 gr. di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
rosmarino
alloro 
peperoncino
sale e pepe

Preparazione:

Il cinghiale per poter essere cucinato va tenuto a bagno in vino rosso, qualche foglia di alloro, rosmarino e aglio per una notte intera. Gettate via la marinatura e macinatelo, se volete un ragù più delicato mischiate al cinghiale del macinato di maiale. Tritate finemente l'aglio,  il rosmarino,e lo scalogno e fate rosolare la carne con poco olio, sale e pepe,  sfumate con vino rosso e fate rosolare.
A questo punto unite la passata di pomodoro e la conserva sciolta in 1 bicchiere di acqua, unite altra acqua e fate bollire per almeno 2 ore a fuoco medio.
Unite le foglie di alloro e un pezzetto di peperoncino, il ragù sarà pronto quando sarà  denso e cremoso.
Lessate delle tagliatelle  e conditele con questo ottimo ragù, accompagnandole ad un buon bicchiere di rosso corposo delle colline toscane.