20 giugno, 2013

Bretzel

Conoscete i bretzel? E’ un tipo di pane molto conosciuto in Germania, Austria Svizzera e in Alto Adige. 
Io devo dire che l’ho conosciuto in Italia, una sera sono andata a cena in un ristorante , mio marito ordinò lo stinco di maiale al forno e gli portarono i bretzel.
Ci dissero che era un tipo di pane, ma a noi non sembrava pane, tenete presente che io sono toscana e  sono abituata al pane senza sale, per cui quel pane con chicchi di sale grosso sopra e quella forma strana lo faceva sembrare quasi un antipasto. 
Sono una persona molto curiosa e non vedevo l’ora di preparali.
Devo ammettere che la prima volta che li ho preparati mi sono riusciti bene, ma per sicurezza avevo preparato solo metà dose che una mia conoscente mi aveva consigliato.  
Nel tempo li ho preparati diverse volte  come vedete la forma non è mlto precisa ma sono ugualmente buonissimi e adesso vi consiglio questa ricetta:

Ingredienti:

500 gr. di farina 0
250 ml. di acqua tiepida
1 panetto ossia 25 gr di lievito di birra
2 cucchiani di zucchero
2 cucchiani di sale fino
burro 40 gr oppure olio di semi
sale grosso in fiocchi
3 cucchiai di bicarbonato

Preparazione:

Prendete un pò di  farina e preparare con lo zucchero e il lievito e mezzo bicchiere dell'acqua prevista  un panetto  molto morbido che lascerete lievitare per 20 minuti. Trascorso questo tempo mettete la farina a fontana sul tavolo con al centro il panetto lievitato, il sale, il burro o l'olio e l'acqua rimasta e impastate bene, mettete a lievitare in una ciotola per almeno 1 ora o fino a quando non ha raddoppiato il suo volume. Trascorsa 1 ora dividete l'impasto in pezzi io ne ho fatti 12 poi ho formato delle corde e preparati i bretzel che ho lasciato lievitare per un'altra  mezz'ora. Ho messo a bollire una pentola di acqua in cui ho sciolto i 3 cucchiai di bicarbonato (servono  a dare lucentezza ai bretzel) e  con l'aiuto di un mestolo forato ho gettato nell'acqua 3 bretzel alla volta facendoli cuocere per 1 minuto circa. Li ho scolati e adagiati su una placca rivestita di carta forno, ho cspolverato la superficie di sale grosso e messa la teglia in forno per 20/25 minuti a 200° circa.
Il profumo che emanano durante la cottura riempie la cucina. Ieri quando stavano cuocendo in forno ho sentito il campanello  di casa  suonare,  era un tecnico del gas e dopo i saluti mi ha subito chiesto cosa stessi cucinando perchè con quel profumo doveva essere qualcosa di ottimo e visto l'orario sollecitava lo stomaco. 
Provateli, magari non subito perchè accendere il forno in queste giornate di afa non fa proprio piacere, ma quando rinfresca l'aria fateci un pensierino.