10 giugno, 2013

Tajarin piemontesi o tagliolini toscani

I Tajarin piemontesi sono molto simili ai nostri tagliatini toscani, nelle nostre zone vengono utilizzati maggiormente nelle minestre di verdura, di fagioli, di legumi e in brodo, e difficilmente vengono mangiati come pastasciutta.
In piemonte invece i tajarin vengono cucinati con sughi preparati con  fegatini di pollo, o con una spolverata di tartufo, e comunque spazio alla vostra fantasia. 
Di tajarin freschi se ne possono trovare ovunque, nei pastifici, nei supermercati, negozi del gusto etc..ma fatti in casa sono tutta un’altra cosa. Chi non ha mai provato a fare la pasta in casa, la spesa è poca, bastano uova fresche e farina e il successo è assicurato. 
Ricordo sempre quando da piccola a casa della mia nonna, le vedevo mettere un fazzoletto in testa era il  momento che aspettavo, si preparavano le tagliatelle,
Per noi bambine era una festa, ci davano un pezzetto di pasta e noi cominciavano ad impastare,impastare,   imitavamo nonna, ci sentivamo brave e alla fine riuscivamo a fare delle specie di  tagliatelline (così credevamo che fossero) molto dure che non avevano bisogno di asciugatura, ma alla fine eravamo tanto contente di noi stesse.
Ho deciso di preparare dei tagliatini da cucinare con un ragù molto semplice che ognuno di voi potrà scegliere secondo il proprio gusto.
Mi sono piaciuti subito i tagliolini o tajarin perchè non hanno bisogno di asciugatura e non si attaccano tra di loro.
Ingredienti:

100 gr di farina di grano tenero 00
150 gr, di farina di semola di grano duro
1 uovo 
4 tuorli

Preparazione

Mettete le due farine a fontana sul tavolo, rompete le uova e impastate fino ad ottenere un impasto elastico ma bello consistente. 
Formate una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente per 1 ora circa.
Stendetela con il mattarello o con la nonna papera, tagliatela subito a tagliolini, la pasta piuttosto dura non dovrà asciugare e i tagliolini non si attaccheranno tra loro. 
Ho lasciato a voi scegliere il ragù, io l'ho provati con piselli e salmone,  o con baccelli e scaglie di pecorino, o con una spolverata di tartufo insomma largo alla fantasia e il successo è assicurato.
 Credete a me sono anche belli da vedere non trovate?