21 luglio, 2013

Pizzicotti ai semi di papavero

Per questa ricetta ho utilizzato la pasta madre che mi è stata regalata dalla ragazza di mio figlio Erica che è una bravissima cuoca. 
Lei era molto entusiasta della cosa io all'inizio  veramente un pò di meno,  pensavo di non essere in grado di curarla, credevo di farla morire, infatti spesso aprivo il frigorifero per vedere se tutto era a posto.
Invece dopo circa 2 mesi la pasta è ancora lì ed io ho imparato a preparare tanti piatti nuovi con gli avanzi del rinfresco.
Certo bisogna rinfrescarla ogni 6/7 giorni, rinfrescarla significa impastarla con la stessa quantità di farina e la metà d'acqua,  e tenuta in frigorifero ma  ve lo spiegherò in seguito.  
Questa mattina dovevo rinfrescare la pasta madre, e con gli scarti del rinfresco ho preparato i pizzicotti.

Ingredienti:

150 gr. di lievito madre (oppure 2o gr di lievito di birra)
300 gr di farina 0
acqua tiepida
2 cucchiai di olio evo frantoio colline del fiora
sale fino
semi di papavero

Preparazione

In una ciotola sciogliete in poca acqua  il lievito madre, mettete la farina e cominciate ad impastare unite l'olio il sale e i semi di papavero e maneggiate fino a quando otterrete una pasta liscia e soda. Mettela  a lievitare in luogo caldo per circa 4 ore. L'unica pecca del lievito madre è che ha tempi lunghi di lievitazione.Qunado avrà raddoppiato di volune mettete al fuoco una padella con abbondante olio e quando è caldo gettatevi dei pizzicotti di pasta fateli dorare e sono pronti. Vi assicuro che sono buonissimi e non assorbono 1 goccia di olio.

 
Potete servirli come antipasto, accompagnati da salumi o formaggi vari, io li preferisco al naturale, attenzione però  fatene molti perchè uno tira l'altro, e qualcuno potrebbe rimanere senza.