19 maggio, 2013

Insalatona di farro

Alcuni anni fa una sera d’estate, venni invitata a casa di amici per una cena  e fu in quell’occasione che scoprii il farro. Mia madre non lo conosceva e non l'ha mai cucinato, ancora oggi quando le dico  di cucinarlo (tenete conto che ha la veneranda età di 88 anni) mi risponde che è un cibo per i polli e non per gli uomini.  E' stato amore a prima vista il farro mi è subito piaciuto, anche perché io amo mangiare tutti i cereali e  le loro farine. Dopo la cottura rimane sempre al dente, in cucina si presta a svariati usi, io adoro la minestra di fagioli , le zuppe di verdure a cui il  farro, conferisce un sapore meraviglioso.  
 Il farro è stato la base dell’alimentazione degli antichi romani, si sa i romani di ieri e di oggi sono  stati e saranno sempre dei grandissimibuongustai. Nella mia dispensa c’è sempre una busta di farro perlato, perché richiede tempi di cottura più veloci. Ne esistono diversi tipi: farro comune, farro piccolo e farro grande, che vengono venduti in forma integrale, decorticato, semiperlato, perlato e intero.
Inoltre ha una grandissimo vantaggio possiamo utilizzarlo anche nelle diete dimagranti perché sazia e non fa ingrassare e vai così possiamo mangiarne qualche grammo in più. Oggi l’ho utilizzato per preparare un’insalatona che può essere utilizzata come primo piatto ma anche come antipasto




















Ingredienti:
200 gr di farro perlato
4 pomodori da insalata
1 mozzarella fiordilatte
basilico oppure timo
sale e pepe

Procedimento:
Lessate il farro scolatelo e passatelo sotto l'acqua fredda, nel frattempo tagliate a piccoli pezzi i pomodori, la mozzarella fiordilatte, vi sconsiglio quella di bufala perchè rilascia troppo latte e rende la preparazione acquosa , e condite con olio sale pepe e del basilico, unite al farro e lasciate in frigorifero almeno 1 ora giusto il tempo necessario per far amalgamare bene i sapori.   Se avete in casa tutti gli ingredienti  potete preparare questo piatto in anticipo così avrete più tempo da dedicare a voi stessi.