30 maggio, 2013

Orata al cartoccio


Quest’anno a maggio  non è arrivata la primavera ma l’autunno. 
L’effetto serra fa sentire sempre di più i cambiamenti climatici, tutti i giorno piove anzi stanotte ha grandinato, stamani presto la strada era bianca sembrava inverno tanto era abbassata la temperatura eppure  negli anni passati, nel mese di maggio spesso la domenica capitava di andare al mare quest’anno neanche a pensarci tanto è freddo. 
L’estate sembra ancora molto lontana, figuratevi un bel tuffo a mare.   
Per consolarmi ho deciso di cucinare un’orata al cartoccio, qualcosa che ricordi il mare, magari nel piatto. Il modo migliore per gustarla è quello di cucinarla al cartoccio dove tutti i sapori si fondono e il pesce rimane bello morbido. 
Per avere un ottimo risultato basta una pesce fresco e una cottura uniforme.


Ingredienti:
2 orate  da porzione
Mezzo limone
Aglio
Rosmarino
Vino bianco
Sale e pepe

Preparazione:
Pulite il pesce, prendete della carta forno adagiatevi l’orata, mettete all’interno della pancia  succo di limone, 1 spicchio d’aglio un rametto di rosmarino, sale e pepe chiudete il cartoccio ma prima di chiuderlo completamente mettevi un po’ di vino bianco e chiudete , in forno a 190°/200° per 18/20 minuti circa.
Servire condito  olio evo. 
Accompagnate l’orata con verdure grigliate, patate, melanzane, cipolle, zucchine oppure una bella insalata verde.